“Metodi creativi per la ricerca sociale”

Segnaliamo la recente pubblicazione del volume “Metodi creativi per la ricerca sociale. Contesto, pratiche e strumenti”, scritto da Alberta Giorgi (Università di Bergamo), Micol Pizzolati (Università di Bergamo) e Elena Vacchelli (University of Greenwich), pubblicato da Il Mulino.

DESCRIZIONE

I metodi creativi sono approcci processuali che prevedono la creazione di artefatti, anche digitali, utili per incorporare pratiche quotidiane e performative nel progetto di ricerca. Essi implicano la validazione di saperi ed esperienze di soggetti situati fuori delle istituzioni accademiche tradizionali e creano processi collaborativi e dialogici nella produzione del dato. Il volume costituisce uno strumento innovativo per la pratica di ricerca, attraverso la presentazione e l’analisi delle forme che questi metodi hanno assunto in relazione ai dibattiti in corso nella ricerca qualitativa contemporanea.

Link de Il Mulino

Alberta Giorgi è ricercatrice in Sociologia dei processi culturali e comunicativi all’Università di Bergamo. Di recente ha pubblicato «Religioni di minoranza tra Europa e laicità locale» (Mimesis, 2018).
Micol Pizzolati è professore associato di Sociologia generale all’Università di Bergamo. Fra le sue pubblicazioni più recenti ricordiamo «Migration et services de santé en Italie» (L’Harmattan, 2013).
Elena Vacchelli è professore associato di Sociologia alla University of Greenwich (UK). Di recente ha pubblicato «Embodied Research in Migration Studies» (Policy Press, 2018).