“Metodi creativi per la ricerca sociale”

Segnaliamo la recente pubblicazione del volume “Metodi creativi per la ricerca sociale. Contesto, pratiche e strumenti”, scritto da Alberta Giorgi (Università di Bergamo), Micol Pizzolati (Università di Bergamo) e Elena Vacchelli (University of Greenwich), pubblicato da Il Mulino.

DESCRIZIONE

I metodi creativi sono approcci processuali che prevedono la creazione di artefatti, anche digitali, utili per incorporare pratiche quotidiane e performative nel progetto di ricerca. Essi implicano la validazione di saperi ed esperienze di soggetti situati fuori delle istituzioni accademiche tradizionali e creano processi collaborativi e dialogici nella produzione del dato. Il volume costituisce uno strumento innovativo per la pratica di ricerca, attraverso la presentazione e l’analisi delle forme che questi metodi hanno assunto in relazione ai dibattiti in corso nella ricerca qualitativa contemporanea.

Link de Il Mulino

Alberta Giorgi è ricercatrice in Sociologia dei processi culturali e comunicativi all’Università di Bergamo. Di recente ha pubblicato «Religioni di minoranza tra Europa e laicità locale» (Mimesis, 2018).
Micol Pizzolati è professore associato di Sociologia generale all’Università di Bergamo. Fra le sue pubblicazioni più recenti ricordiamo «Migration et services de santé en Italie» (L’Harmattan, 2013).
Elena Vacchelli è professore associato di Sociologia alla University of Greenwich (UK). Di recente ha pubblicato «Embodied Research in Migration Studies» (Policy Press, 2018).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *