Descrizione

Lo standing group “Scienza politica e politiche pubbliche – SPPP” riunisce i membri della Società Italiana di Scienza Politica che interpretano il fenomeno politico come attività di problem-solving e pongono al centro del proprio interesse accademico il rapporto articolato che lega le istituzioni alla società ed i suoi mutamenti. Per questo, sebbene radicato all’interno della comunità dei politologi italiani, lo SG intende dialogare con quanti, da prospettive disciplinari diverse, condividano la vocazione per gli stessi temi.

Lo SG è attivo dal 2007 nella promozione delle attività di ricerca nel campo dell’analisi e della valutazione delle politiche pubbliche sia all’interno della comunità nazionale che nel più generale contesto europeo e internazionale.
Inoltre lo SG realizza un monitoraggio periodico sull’insegnamento delle pubbliche e delle discipline affini, come la valutazione o la scienza dell’amministrazione.

L’impegno sulla didattica, oltre che sulla ricerca, rappresenta una finalità dello SG, che si impegna a favorire attività di condivisione di esperienze didattiche e formative. In questo senso, lo SG contribuisce dal 2010 alla realizzazione della Summer School in Politiche Pubbliche, di cui ad oggi si sono svolte complessivamente otto edizioni. La prima edizione si tenne a Forlì nel 2010, la seconda e la terza a Milano (2011-2012), nel 2013 a Firenze, nel 2014 e 2016 a Padova. Dall’edizione del 2018 la Summer School è entrata nel circuito delle International Summer School IPPA (International Public Policy Association): Padova ha ospitato le edizioni 2018 e 2019, mentre quella del 2020 è stata annullata a causa della pandemia. La SISP e lo SG contribuiscono ogni anno con due scholarships per studenti extra UE ad accrescere l’attrattività e la diffusione dell’iniziativa.

Infine, in linea con una concezione della ricerca applicata politico-sociale come usable knowledge, tipica della disciplina e delle finalità della terza missione, lo SG sostiene e valorizza il dialogo fra i suoi membri e practitioners, siano essi amministratori di tutti i livelli di governo, funzionari e dirigenti pubblici, attori della rappresentanza, del mercato e del terzo settore.

I commenti sono chiusi.